Edoardo Bennato

Esclusiva Campania e Basilicata

Ritenuto da molti critici e musicisti uno dei più grandi rocker italiani; è stato il primo cantante italiano a riempire lo stadio milanese di San Siro con più di sessantamila persone, il 19 luglio 1980; è stato inoltre il primo cantante italiano in assoluto a suonare l'armonica a bocca.

Tra gli altri primati, Edoardo Bennato ha anche quello di essere stato il primo artista ad aver pubblicato due album a distanza di soli 15 giorni, nel marzo 1980, Uffà! Uffà! e Sono solo canzonette (dodici anni dopo Bruce Springsteen effettuerà la stessa operazione con i due album Human Touch e Lucky Town), e quello di essere stato, nel 1974 il primo cantante italiano ad essere etichettato dai giornalisti punk.

Chitarrista, armonicista e cantante, dopo un'esperienza londinese cominciò a proporsi come uomo orchestra suonando contemporaneamente, oltre alla chitarra e all'armonica, anche dei tamburelli, il kazoo e altre percussioni. L'influenza di grandi del rock e della musica pop (Dylan su tutti) caratterizzò subito il suo personaggio e la sua musica, nella quale però non potevano mancare influenze mediterranee e partenopee. Tra gli altri autori che ne hanno ispirato l'opera vanno citati anche Jimmy "Hammond" Smith, Paul Anka e Neil Sedaka. I suoi testi — specie quelli degli anni settanta — sono spesso ironici e dissacranti e rivolti in modo graffiante contro il potere, a qualsiasi livello e in qualsiasi forma si manifesti

Musicista e cantautore italiano, nasce a Napoli il 23 luglio 1949. Dopo una esperienza musicale trascorsa a Londra come busker (cantante da strada), alla ricerca di nuove sonorità, inizia ad esibirsi come one-man-band suonando simultaneamente la chitarra, il kazoo e il tamburo a pedale producendo una propria e originale tendenza musicale direttamente influenzata dai grandi nomi del blues e del rock  - come Neil Sedaka, Paul Anka, Jerry Lee Lewis, Chuck Berry, Ray Charles ed Elvis Presley -  e contaminata da accenti propri della musica mediterranea.

 Il suo album di debutto è "Non farti cadere le braccia", pubblicato nel 1973 e prodotto da Sandro Colombini; nel 1977 con l'album "Burattino senza fili" - una serie di canzoni che rievocano  la celebre favola di Pinocchio - diventa lil primo artista italiano a realizzare video-clip ed in seguito, grazie a un trionfale tour in giro per l'Italia, diviene il primo cantante nazionale a segnare gli 80 mila spettatori nel celebre stadio di San Siro a Milano; un evento che lo porterà a varcare i confini italiani con il primo tour europeo.

 A oggi Edoardo Bennato ha all'attivo 31 album pubblicati e vanta una cospicua serie di celebri collaborazioni; per citare le più care ricordiamo quelle con Bo Diddley, B.B. King e Jeff Healy.

 Memorabili i suoi concerti all'Hallenstadium di Zurigo, al Prater di Vienna (1977), le sue partecipazioni al Montreux Jazz Festival (1887, 1992), all'Apollo Theatre di New York City (1987), al Hiighline Ballroom sempre in New York City (2010), a Toronto presso The Mod Club (2010) e all'Arcub Club di Bucarest (2010).

 Tra gli innumerevoli successi ricordiamo in questa breve biografia la canzone ufficiale dei Campionati Mondiali di Calcio del 1990 "Un'estate italiana", cantata insieme a Gianna Nannini; brano che rimase nelle hit parade per 4 mesi.

 Nel 2007 firma la colonna sonora del musical teatrale Peter Pan nella versione italiana, un incredibile successo di pubblico e critica che ha portato il cantautore a produrre una versione inglese delle celebri canzoni tratte dall'album "Sono solo canzonette" progettando così una nuova versione teatrale in lingua inglese.

 Nel 2010 escono due lavori discografici: un lp completamente inedito dal titolo "Le vie del rock sono infinite", nel quale è possibile ritrovare l'imprevedibilità e l'acuto sguardo osservatore dell'artista, e "MTV Storytellers", una raccolta dei successi più noti ma anche di nuovi brani riarrangiati e cantati insieme ad artisti quali Morgan, Roy Paci, Giuliano Palma & The Bluebeaters, i Finley.

Nel 2011 prende parte anche allo Spiaggia 101 tour. Esce a luglio il singolo La mia città, dedicato alla sua Napoli, un progetto indipendente nato dall'incontro del cantautore partenopeo con Lorenzo Suraci, presidente di RTL 102.5. Nello stesso anno scrive il testo di Necessaria e sufficiente (su musica del fratello Giorgio Zito) per Luca Napolitano pezzo inserito nell'album "Fino a tre".Nel pezzo c'è un assolo di Bennato all'armonica.

Nel 2012 scrive Ma quale musica leggera per Loredana Berté che uscirà successivamente il 1º giugno 2012. Sempre nello stesso pezzo Edoardo Bennato contribuisce suonando l'armonica. Nello stesso anno reinterpreta uno dei suoi successi Meno male che adesso non c'è Nerone insieme al rocker Pino Scotto. Il 6 ottobre 2012 torna ad'esibirsi nel suo quartiere natale, all'arenile reload, con il concerto "Bagnoli la svendiamo al miglior offerente... o ce la teniamo per noi?".

Nel 2013 per l'allestimento del nuovo musical "Pinocchio il paese dei balocchi" Bennato pubblica il singolo "Al diavolo il grillo parlante", che suscita polemiche nel web e nei social network per l'esplicito riferimento a Beppe Grillo leader del Movimento 5 Stelle. L'ironia di Bennato, da sempre controcorrente, si scaglia verso il comico-politico personaggio del momento, un grillo parlante a cui Pinocchio, come sempre, non vuole dare retta. Bennato sta inoltre lavorando alla preparazione di un nuovo disco di cui, per ora, non si conoscono dettagli.

 

 

Copyright © 2014 Azzurra Spettacoli. Project and design by machesito